Parabiago 1 - Numero 13

Parabiago 1 - Numero 13

SOMMARIO DELLA SEZIONE:

  • Parabiago 1
  • Parabiago 2
  • Castellanza
  • Legnano


    PARABIAGO

    Il Capogruppo di An al Comune , prof. Tiziano Zappa, ci ha inviato questo articolo sulla situazione dello sport nella città di Parabiago.

    Lo sport, in tutte le sue accezioni, è una componente importantissima della vita del cittadino e dell’intera società; per questo non deve essere accantonato o considerato problema marginale, ma dovere dello Stato, quindi delle Regioni, Province, Comuni ed anche dei partiti politici, che devono provvedere alla sua migliore organizzazione e diffusione, affinché possa adempiere ai due grandi compiti a cui è chiamato: EDUCARE, SOCIALIZZARE. Per questo motivo è fondamentale lo sviluppo e la salvaguardia dello SPORT GIOVANILE. La realtà etica e morale della società attuale è chiaramente deficitaria. La gran parte della gioventù sta vivendo senza ideali e riferimenti. Compito primario di uno stato con la S maiuscola è quello di ridare ai suoi cittadini quei valori fondamentali che sono andati perduti: LEALTÁ, UMILTÁ, CORAGGIO,ONESTÁ, GERARCHIA, DISCIPLINA, SENSO DELL’ONORE E DEL SACRIFICIO. Lo sport deve essere veicolo trainante per insegnare al giovane questi valori che lo formeranno come uomo, aiutandolo a superare tutte quelle avversità che lo scorrere della vita, inesorabilmente, lo chiamerà ad affrontare. Il vivere quotidianamente a contatto con coetanei che praticano la stessa disciplina sportiva, il dividere con loro le gioie di una vittoria o le amarezze di una sconfitta, creano nei giovani quello spirito di cameratismo, quel senso di appartenenza che li aiuta a socializzare. La nostra Storia, le nostre Radici Culturali ci hanno insegnato che la formazione del cittadino passa attraverso una buona educazione sportiva; l’esperienza ed il buon senso ci dimostrano come una capillare e sana organizzazione sportiva consenta di allontanare i giovani dai pericoli dell’ozio e di offrire loro migliori modelli di vita.

    A Parabiago, la nuova Amministrazione ha fatto proprie queste istanze rivitalizzando l’associazionismo sportivo e contribuendo in modo sostanzioso, sia dal punto di vista economico che da quello organizzativo, a creare uno stretto legame tra le Società sportive ed il Comune; un esempio su tutti: nonostante la situazione economica locale e nazionale di crisi e contrariamente a quello che accade in tutti i Comuni limitrofi, la Giunta di Parabiago ha deciso di proseguire nella concessione degli impianti sportivi comunali a titolo gratuito alle Società sportive che svolgono attività dilettantistica e giovanile. Un particolare plauso va, quindi, a questa maggioranza ed in particolare all’Assessore Lazzati, per l’impegno profuso e la competenza dimostrata: oggi, finalmente, le Società sportive, a differenza di quanto accaduto negli ultimi decenni, possono considerarsi a pieno titolo parte integrante del tessuto sociale parabiaghese. Raggiunto questo primo importante obiettivo, bisognerà ora affrontare un’altrettanto grave e primaria necessità: la manutenzione e ristrutturazione degli impianti sportivi, abbandonati al loro destino per anni (come d’altronde parecchie altre strutture pubbliche parabiaghesi: ogni riferimento a fatti o giunte precedenti è puramente voluto!). Prima fra tutti, preoccupa la situazione del Campo Sportivo Libero Ferrario, che necessita di un intervento generale non solo di ristrutturazione ma, bensì, di totale riconversione, visto che dalla data della sua costruzione ben pochi interventi sono stati eseguiti. In particolare, le strutture che potevano essere all’avanguardia negli anni ’20 oggi sono obsolete; gli spazi concepiti per una colonia elioterapica di inizio secolo non corrispondono più alle mutate esigenze ed agli utilizzi odierni. Ci rendiamo conto dell’entità economica che un simile intervento potrà comportare, ma riteniamo anche che le somme necessarie potrebbero essere attinte dalle risorse messe a disposizione dalla nuova Legge Quadro Regionale sullo Sport, che a breve sarà promulgata, che concederà contributi per la realizzazione e ristrutturazione di impianti sportivi; inoltre la Regione potrà stipulare convenzioni con l’Istituto per il credito sportivo per la concessione di mutui agevolati per l’impiantistica. Qualcosa per lo sport si è fatto, molto resta da fare! ! ! Questo deve essere da stimolo a voler sempre andare avanti, affinché si realizzi quel Bene Comune che i cittadini vogliono da noi.

    Tiziano Zappa


    PARABIAGO

    L’Assessorato alle Attività Produttive, il cui Assessore Bruno Falcone ci ha rilasciato un’interessante intervista pubblicata in questo numero, ha in cantiere una serie di Progetti di grande interesse. Ne parliamo succintamente invitando gli interessati a rivolgersi direttamente presso il Centro servizi di Villa Corvini.

    INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE DEL TERRITORIO DI PARABIAGO
    Il progetto è finalizzato alla individuazione, prima assistenza e successivo monitoraggio di imprese ed imprenditori di Parabiago, del Parabiaghese e dell’Alto Milanese che ricercano nuovi sbocchi produttivi e/o commerciali all’estero. Ciò è motivato dal crescente coinvolgimento delle piccole e medie imprese nei processi di internazionalizzazione produttiva e commerciale, che costituisce uno degli aspetti più significativi dell’espansione multinazionale dell’industria italiana a partire dagli anni novanta.

    PROGETTO DI COLLABORAZIONE TRA IL CENTRO SERVIZI PMI DI VILLA CORVINI PARABIAGO E SOCIETA’ E/O ASSOCIAZIONI PRESENTI IN MAROCCO
    Beneficiari :
    Società e/o associazioni per la lavorazione delle pelli e del cuoio del Marocco

    Motivazione del progetto :
    Il settore lavorazione pelli e calzaturiero del Parabiaghese e dell’Alto Milanese necessitano di semilavorati, di mano d’opera già formata e qualificata e di esportare il loro know-how imprenditoriale ed operativo. Le società marocchine hanno senz’altro la necessità di esportare prodotti locali di settore, di mano d’opera da far crescere in loco ed eventualmente da utilizzare verso l’industria del Parabiaghese ed Italiana in generale nonché di ricevere supporti nel settore tecnologico specifico.

    Membri del Consorzio che implementerebbe il progetto :
    Le società marocchine, il Centro Servizi PMI Villa Corvini di Parabiago, l’Associazione Calzaturieri di Parabiago, Associazioni di categoria nel settore pelli dell’Alto Milanese, l’Ente Fiera di Milano (ipotesi).

    PROGETTO "FARE IMPRESA"
    Corso di preparazione ed avviamento all’impresa

    Beneficiari :
    Il corso è finalizzato alla formazione di nuovi potenziali imprenditori di Parabiago, del Parabiaghese e dell’Alto Milanese.


    Motivazioni del Progetto :
    A differenza di altre, la realtà economica italiana è costituita soprattutto da piccole imprese. Ciò è ben visibile semplicemente percorrendo la rete viaria che attraversa la Lombardia: zone industriali e artigianali, capannoni, show rooms. Al successo del "made in Italy" nel mondo ha contribuito largamente la piccola impresa. Proprio perché questa ricchezza non vada dispersa ma possa trovare supporto allo sviluppo nelle istituzioni è necessario che le nuove leve della piccola imprenditoria possano essere preparate al meglio e, anziché affidarsi alla buona volontà dei singoli e all’esperienza fatta sul campo, occorre fare uso delle conoscenze necessarie al successo delle nuove attività.


    CASTELLANZA

    Ha colto l’occasione della sua presenza nella nostra in zona, per inaugurare ufficialmente la nascita dell’Associazione Italia-Israele dell’Altomilanese, per invitarlo ad una conferenza nell’Aula magna dell’Istituto "Enrico Fermi" di Castellanza. Così il preside dell’Istituto, prof. Antonio Vinci, nostro direttore, ha organizzato un incontro degli allievi delle classi quinte con il diplomatico israeliano Yosh Amishav. Docente di storia contemporanea, Amishav si è mostrato lieto dell’interesse degli studenti e dei loro interventi, frutto di un lavoro preparatorio avvenuto nei giorni precedenti, considerato anche che la questione arabo-israeliana è parte del programma che verrà portato agli esami di maturità. L’Istituto "Enrico Fermi" continua a segnalarsi, così, particolarmente attento alla drammatica situazione dello scacchiere medio-orientale e alla storia della Shoa, di cui ogni anno ricorda - nella Giornata della memoria - l’immane tragedia.


    LEGNANO

    Paola Frassinetti, assessore di AN all’istruzione e all’edilizia scolastica per la Provincia di Milano, è stata l’ospite d’onore la sera dell’ 8 ottobre presso il Lyons "Le Robinie" di Legnano. Invitata dal nostro direttore Antonio Vinci, a nome del Presidente del club Alessandro Rota, ha intrattenuto i suoi ospiti sulle problematiche inerenti il travagliato mondo della scuola, specialmente in riferimento alla zona del legnanese. Il nostro direttore ha posto alcune domande all’Assessore, specialmente in merito al concorso riservato a studenti e docenti in occasione dell’anniversario della battaglia di El Alamein e sulla sua opportunità. Paola Frassinetti, anche rifacendosi alla sua esperienza di militante di Destra sin da giovanissima, ha sottolineato come l’eroismo italiano vada ricordato ed additato come esempio alle giovani generazioni, dopo anni di vergognoso silenzio e di memorie a senso unico.

Share this article

Chi è Barbarossa?

L'ombra di Federico I di Hohenstaufen, il Barbarossa, appunto, si aggira tra le nostre contrade , da quando a Legnano venne sconfitto dalle truppe dei Comuni alleatisi nella Lega lombarda. L'imperatore aveva cercato di difendere le sue terre da quei Comuni che volevano la libertà, aveva cercato di tenere saldo l'Impero, ma non poteva andare contro la storia. Aveva accarezzato il lungo sogno di restaurare il... Continua >>

Ultime Notizie