Legnano  - Numero 08

Legnano - Numero 08

Legnano
Avanti tutta…a destra! Così verrebbe voglia di dire, se si guarda con attenzione al panorama politico locale. Non è che ci dispiaccia, anzi…Infatti lo spettacolo che la sinistra sta dando di se stessa non è certo dei più edificanti. Non si vuole infierire su chi ha difficoltà, ma che dire se Stefano Landini bacchetta duramente la sua parte politica? Che dire se ancora la sinistra non riesce a trovare un suo candidato sindaco? Il 3 marzo, a questo proposito, Marino Pessina su "Il Giorno" scriveva: "Forse per la prima volta nella storia del centro sinistra cittadino, sembra di avere a che fare con un bimbo scoordinato, che sta disperatamente tentando di imparare a camminare". Il centro destra, invece, va per la sua strada. Incassata la disponibilità a ricandidarsi da parte di Maurizio Cozzi, il Polo delle Libertà veleggia verso un nuovo successo amministrativo. La Lega, d’altra parte, é chiaramente della partita, consegnando un margine numerico di sicurezza che certo non darà fastidio, anzi. Ed AN? Impegnato sino ad ora nel suo congresso locale per la rielezione del presidente (come si dirà più avanti), il partito di Fini punta almeno a consolidare le posizioni precedenti. Perché se a livello locale AN ha ben operato, pur non avendo una grande visibilità nella Giunta comunale, indubbiamente le elezioni amministrative risentiranno anche degli umori dell’elettorato nazionale. E, a questo proposito, non sono tutte rose e fiori. Infatti si continua ad accusare la Destra di appiattimento su Forza Italia, vero asso pigliatutto; di essersi fatti scippare dalla Lega buona parte della questione dell’immigrazione e dell’ordine pubblico; di aver subito la revisione dell’art. 18 dello Statuto dei lavoratori senza colpo ferire. A fronte di ciò la figura di Fini continua a salire nel consenso popolare, fra l’altro ben oltre le percentuali di scelta nei confronti di AN. Certo la provincia milanese non è tra le roccaforti di AN. A Legnano, una volta subfederazione del MSI di Milano, la Destra ha voglia di riconquistare il suo ruolo; i militanti di AN hanno cercato di ricostruire un legame con la città, con una presenza assidua, spesso solitaria, in tutti i momenti politicamente più qualificanti. La Destra legnanese sta crescendo come numero di iscritti e come valore dei suoi componenti; la sua ambizione è crescere, anche se la strada appare in salita, ma non per l’operato compiuto a Legnano. Anzi, per lealtà nei confronti degli alleati, per efficacia nell’azione politica, la Destra di Legnano dovrebbe meritare quel premio in voti che le potrà permettere di ottenere nella prossima Giunta - se dovesse vincere il Polo delle Libertà, come sembra piuttosto probabile - quel peso amministrativo che le compete e che i suoi uomini sono ben in grado di assolvere.

Antonio F. Vinci

Rho
Riportiamo questo comunicato stampa che, anche se datato, rimane valido per capire come e dove si muovano le nuove correnti nell’ambito di An, in vista dei vari Congressi, provinciali e nazionale.

COMUNICATO STAMPA
Alleanza Nazionale verso il congresso. Anche nel rhodense adesioni ad Alleanza per la politica.

Si è costituito a Milano il gruppo "Alleanza per la politica" fondato dal Presidente della delegazione di Alleanza Nazionale al Parlamento Europeo On. Cristiana Muscardini e dagli Europarlamentari On. Sergio Berlato e On. Mauro Nobilia. Gruppo di lavoro che insieme all’On. Urso, On. Nania, al Ministro Matteoli ed altri, funzionerà come pungolo, stimolo e forza propulsiva per il partito. Punto cardine la conferma della linea politica adottata dal presidente del partito On. Gianfranco Fini. "Alleanza per la politica" ripropone il tema di un partito "agile", nel quale il dibattito non sia solo congressuale, il confronto non solo tra schieramenti di potere, i candidati non solo indicati dalle segreterie, gli iscritti non solo numeri da esibire nei confronti interni, i dirigenti non rimangono inamovibili, la qualità del lavoro sia considerata a prescindere dagli schieramenti interni, gli eletti non diventino fantasmi per gli elettori, le riforme, quale quella del federalismo, siano basate sulla necessità di una maggiore aderenza alle necessità del territorio ed attuate in forma piena. Un partito nel quale lo Statuto, da tutti approvato, sia rispettato ed applicato a tutti i livelli. Nel Collegio 17 di Rho al gruppo di "Alleanza per la politica" hanno aderito con entusiasmo alcuni Dirigenti ed Amministratori di A.N. tra cui: il Consigliere Comunale di Cornaredo Dr. Dario Ceniti, il Capogruppo di Rho Arch. Dario Ferrari, il Consigliere Comunale di Rho Dr. Mauro Felline, il Consigliere Comunale di Settimo Milanese Giovanni Marella, il Presidente del Circolo Territoriale di Cornaredo Mauro Marchisio, i Consiglieri Circoscrizionali di Rho Sergio Lino e Davide Tescarolo.

Rho, gennaio 2002 Dario FERRARI Capogruppo A.N. Parabiago

C I R C O L O "G. D’ A N N U N Z I O " A L L E A N Z A N A Z I O N A L E
Parabiago - Canegrate - Cerro Maggiore


Lunedì, 25 /2/02, si è svolto presso il Circolo parabiaghese di Alleanza Nazionale il Congresso per eleggere il nuovo Presidente. Con votazione plebiscitaria è stato eletto il sig. Giuseppe Galvagno. Nel suo discorso di ringraziamento ha dichiarato che si adopererà, affinché il Circolo diventi, maggiormente, centro propositivo di nuove iniziative politiche e culturali, sostegno alle attività di amministratori comunali dell’Ass. Bruno Falcone e del Cons. Com. Tiziano Zappa, nonché sede sindacale dell’ UGL Era presente alla serata, in rappresentanza della Federazione milanese, l’on. Roberto Alboni, il quale ha presentato ai militanti e agli iscritti presenti, il Documento Programmatico che l’on. Gianfranco Fini porterà in discussione nel prossimo Congresso Nazionale del Movimento. Il Segretario Politico del Circolo, il prof. Tiziano Zappa, ha relazionato sull’attività politica e amministrativa svolta dal Circolo nell’anno appena trascorso e ha dichiarato la piena disponibilità degli iscritti parabiaghesi ad appoggiare l’elezione dell’on. Alboni a Coordinatore Provinciale.

Legnano
Convegno cittadino di AN a Legnano venerdì 22 febbraio per l’elezione del nuovo Presidente di Circolo. In una sezione piena di partecipanti, è stato riconfermato nella carica di Presidente della sezione intitolata alla Medaglia d’Oro Carlo Borsani il Presidente uscente Alberto Viri. Le indubbie capacità organizzative, la militanza seria e continua hanno giocato a favore di Viri che, fra l’altro, era l’unico candidato, segno tangibile del consenso che gravita attorno a lui. Il Direttivo provinciale aveva inviato Edda Ceraso a presentare il programma del raggruppamento "Nuova Alleanza". La presenza dell’avvocato Carnuccio, invece, era il contraltare della corrente "Destra protagonista". Gli interventi sono stati numerosi ed anche accesi; quello di Franco Falco, rientrato nel partito dopo un periodo di assenza, è apparso condivisibile da parte di tutti, considerato che - senza giri di parole - si faceva appello ad un "guardarsi in faccia" senza infingimenti e nell’interesse del partito. Edda Ceraso, poi, ha sottolineato la posizione del suo gruppo che, senza voler insistere su posizioni personalistiche o su vecchi attriti, chiede una gestione più attenta del partito, più legata a situazioni meritocratiche che di affiliazione. La sezione di Legnano, però, pur approvando con prolungati applausi la relatrice, sembra più schierata con la corrente di "Destra protagonista," così’ come è apparso nella serata di alcuni giorni fa alla presentazione del Programma da parte di Ignazio La Russa, l’on. Alboni, il senatore Valditara, l’assessore Massimo Corsaro.

Share this article

Chi è Barbarossa?

L'ombra di Federico I di Hohenstaufen, il Barbarossa, appunto, si aggira tra le nostre contrade , da quando a Legnano venne sconfitto dalle truppe dei Comuni alleatisi nella Lega lombarda. L'imperatore aveva cercato di difendere le sue terre da quei Comuni che volevano la libertà, aveva cercato di tenere saldo l'Impero, ma non poteva andare contro la storia. Aveva accarezzato il lungo sogno di restaurare il... Continua >>

Ultime Notizie