Letture - Numero 24

Letture - Numero 24

 

  • Nel sito www.dilloadalice.it del 12 maggio appare un’intervista a padre Giulio Tam. Padre Tam è un sacerdote tradizionalista, seguace di monsignor Marcel Lefvebre, che officia messe in occasioni di ricorrenze legate a vicende della seconda guerra mondiale e della RSI e che in occasione delle elezioni europee ha fatto la grande scelta : si candida nelle lista Alternativa Sociale di Alessandra Mussolini nella circoscrizione Nord-Ovest. La sua candidatura vuol essere la risposta forte a quello che si profila lo scontro tra due mondi e due civiltà.
  • Domenica 16 maggio il pontefice Giovanni Paolo II ha proclamato santa la beata Gianna Beretta Molla, della diocesi di sant’Ambrogio. Una madre, una professionista ( era medico pediatra) che sacrificò la propria vita per permettere la nascita della sua quarta figlia. Una donna che è diventata simbolo della lotta contro l’aborto. Da leggere Ennio Apeciti, Gianna Beretta Molla - Amare la vita, Centro Ambrosiano, supplemento al n. 19 del 9 maggio 2004 di Luce.
  • "Purtroppo negli ultimi due mesi la segreteria ci ha chiesto di disfare quanto avevamo costruito per "correre da soli" favorendo l’ennesima vittoria delle sinistre. In questa situazione, per motivi di coerenza e di attaccamento alla città, e applicando il principio della Lega di essere padroni a casa nostra, abbiamo scelto di appoggiare Mario Rossi e la lista civica Orizzonte, rispettando la parola data 18 mesi fa" ( Dalla dichiarazione dei leghisti dissidenti con la firma "La sezione di Castellanza della Lega Nord" in La Prealpina, 16 maggio 2004, pag. 19).
  • A proposito di allargamento dell’UE : " La media totale dei disoccupati nei Dieci raggiunge il 15 per cento, quasi il doppio di quella dei Quindici. A livello regionale, sei delle sette regioni al top della classifica dei senza lavoro sono polacche"( Panorama, 6 maggio 2004).

Share this article

Chi è Barbarossa?

L'ombra di Federico I di Hohenstaufen, il Barbarossa, appunto, si aggira tra le nostre contrade , da quando a Legnano venne sconfitto dalle truppe dei Comuni alleatisi nella Lega lombarda. L'imperatore aveva cercato di difendere le sue terre da quei Comuni che volevano la libertà, aveva cercato di tenere saldo l'Impero, ma non poteva andare contro la storia. Aveva accarezzato il lungo sogno di restaurare il... Continua >>

Ultime Notizie