Letture - Numero 44

Letture - Numero 44

 

Capanna e la sconfitta della sinistra.

Mario Capanna, leader storico del ’68, durante la presentazione del suo ultimo libro, "Il Sessantotto al futuro", a Varese ha rilasciato la seguente dichiarazione a proposito del fallimento della sinistra alle ultime elezioni:

"Avevo previsto questa sconfitta già nel mio libro, non perché ho la palla di vetro, ma perché ho analizzato le dinamiche: la sinistra non partiva più dai problemi della gente".
(La Prealpina, 18 aprile 2008, pag. 11)


Marco Airaghi, ex deputato di AN.

"L’amaro addio di Marco Airaghi dopo due legislature a Montecitorio: "Inaccettabile che una Provincia che ha dato al PdL quasi il 35% non avrà un deputato". Solo una remota speranza per l’esponente di AN, che accusa i vertici di "grave disattenzione verso il territorio".
(La Provincia, 16 aprile 2008, pag. 7)"


I consensi verso destra.

"La Terza Repubblica nasce oggi com’ era nata la Seconda, quattordici anni fa. Una vittoria netta e indiscutibile di Silvio Berlusconi. Uno spostamento massiccio e inequivocabile dei consensi verso destra. La storia politica della nazione si compie così, con un moto perfettamente circolare. L’eterna transizione italiana riparte dall’eterna rigenerazione berlusconiana".
(Massimo Giannini, La Repubblica, 15 aprile 2008)


Non c’è posto per la sinistra nel nuovo Parlamento.

"Ha ragione chi ha notato che il nuovo Parlamento italiano nato dalle elezioni di domenica e lunedì sarà l’unico dei principali parlamenti europei dove non troverà posto alcun partito che nel nome si richiami al socialismo o al comunismo. E questo accade nonostante che, come è noto, partiti con quei nomi abbiano segnato profondamente per decenni la storia della sinistra italiana e, insieme, la storia del Paese".
(Ernesto Galli Della Loggia, Corriere della sera, 16 aprile 2008)

Share this article

Chi è Barbarossa?

L'ombra di Federico I di Hohenstaufen, il Barbarossa, appunto, si aggira tra le nostre contrade , da quando a Legnano venne sconfitto dalle truppe dei Comuni alleatisi nella Lega lombarda. L'imperatore aveva cercato di difendere le sue terre da quei Comuni che volevano la libertà, aveva cercato di tenere saldo l'Impero, ma non poteva andare contro la storia. Aveva accarezzato il lungo sogno di restaurare il... Continua >>

Ultime Notizie