An, al congresso milanese torna il duello La Russa-Servello - Numero 08

An, al congresso milanese torna il duello La Russa-Servello - Numero 08

An, al congresso milanese torna il duello La Russa-Servello

La Russa contro Servello. Passano gli anni ma nel prossimo congresso provinciale di Alleanza nazionale (3-4 marzo) verrà riproposto un duello già visto. Il giovane leader della "destra protagonista" milanese contro il vecchio leone del Msi. Certo, qualcosa cambia negli schieramenti politici di An a Milano. La "destra protagonista" ha stretto un accordo con la "destra sociale". Gli ex rautiani, ora seguaci di Alemanno, voteranno i candidati di Ignazio La Russa: per la presidenza cittadina Pierfrancesco Gamba, per la presidenza provinciale Roberto Alboni, entrambi parlamentari. Insomma, le due correnti che negli ultimi anni se le sono date di santa ragione (non solo in senso metaforico, basti chiedere alle rispettive componenti giovanili), ora si trovano unite in un’alleanza tutta politica. La "destra sociale" sembra però in una fase di disintegrazione. Un esempio per tutti: Beppe Nanni, rautiano storico, è passato con La Russa. Anche in Azione Giovani, guidata dall’alemanniano Carlo Fidanza, tira aria di spaccatura. Alcuni infatti non accettano l’alleanza "innaturale" con "destra protagonista". E guardano all’altro schieramento in campo al congresso. Quello unito sotto le insegne di "Nuova Alleanza", la neo-corrente nazionale nata dall’accordo tra Franco Servello, Adolfo Urso e Domenico Nania. A Milano però sono proprio gli uomini di Servello a guidare lo schieramento anti-larussiano. Ad affiancare il senatore ci saranno i fidati Carlo Borsani (assessore regionale alla Sanità) e Cristiana Muscardini (capogruppo al parlamento europeo). Servelliani della prima ora. "Nuova alleanza" candida Michele Puccinelli e Edda Ceraso, rispettivamente alla presidenza cittadina e provinciale. Chi vincerà? Sulla carta i numeri dicono "destra protagonista". Ma in un partito che ultimamente sconta la disaffezione di parecchi militanti bisognerà vedere quanti dei 2000 iscritti andranno a votare al congresso. Una cosa è certa: ai vecchi missini sembrerà di essere tornati ai tempi dei congressi in cui La Russa e Servello si scontravano all’ombra della fiamma. Vecchi tempi, pre-Alleanza nazionale. Quando il giovane politico in ascesa sfidava l’anziano leone missino.

L’Apota

Share this article

Chi è Barbarossa?

L'ombra di Federico I di Hohenstaufen, il Barbarossa, appunto, si aggira tra le nostre contrade , da quando a Legnano venne sconfitto dalle truppe dei Comuni alleatisi nella Lega lombarda. L'imperatore aveva cercato di difendere le sue terre da quei Comuni che volevano la libertà, aveva cercato di tenere saldo l'Impero, ma non poteva andare contro la storia. Aveva accarezzato il lungo sogno di restaurare il... Continua >>

Ultime Notizie